LA CORSA DI ALCIDE- IX edizione

26-27-28 Aprile 2019

Storia

Il riferimento storico di questa gara prende vita dal Gruppo Alcide, impresa dell’accoglienza e ristorazione che vive dal 1849 in Poggibonsi (oltre 170 anni) gestito da sei generazioni dalla famiglia Ancillotti: in particolare dalle imprese dei fratelli Beppe e Sandro, figli di Alcide Ancillotti.
Negli anni ‘20 Alcide Ancillotti, iniziò a proporre piatti di pesce nel suo ristorante di Poggibonsi: fu un gruppo di operai di Livorno che lavoravano nella manutenzione delle ferrovie a dargli l’idea. E con molta fatica iniziò a comprare pesce che in quei tempi era solo fresco.

In seguito Alcide dette vita ad una attività di commercio all’ingrosso del pesce che si sviluppò in modo esponenziale nel decennio successivo. A dar la spinta decisiva furono i figli Sandro e Beppe, soprattutto Beppe, che ancora minorenne andava in giro per l’Italia in treno a trovare il pesce da comprare e, sempre con il treno, lo spediva a Poggibonsi.

Sul finire degli anni ’30, l’azienda Ancillotti comperò dei mezzi per trasportare direttamente il pesce che veniva acquistato soprattutto all’Argentario, (al tempo luogo per eccellenza di porti, pescherecci e pescatori), mezzi che venivano guidati da Beppe e Sandro.

Iniziò così il tempo delle corse: i mezzi non erano refrigerati per cui per mantenere il pesce fresco era importante correre. Le strade per il mare erano tutte sterrate ed i tempi di percorrenza interminabili: percorrevano le impervie strade della Toscana di allora correndo come matti per far arrivare il pesce davvero fresco.
Con l’arrivo dei mezzi refrigerati si perse quel mondo magico fatto di sacrifici e di tante ore a guidare per portare sulle tavole senesi e fiorentine un buon pesce, che a quei tempi era difficile poter gustare nelle città.

Il Gruppo Alcide ha fatto molta strada da allora, sia nell’attività di accoglienza sia nel commercio di pesce. Ma nella famiglia Ancillotti, che ancora è a capo di tutte le varie aziende del gruppo, vive ancora la memoria di quei gloriosi tempi che hanno messo le basi per il successivo grande sviluppo delle attività della famiglia. In memoria di questi tempi è nata l’idea di creare un evento che potesse celebrare le “imprese” di Beppe e Sandro, imprese che hanno scandito momenti sociali ed economici del nostro territorio degli anni ‘40 e ’50, e le cui figure sono nei racconti di quegli anni quando, nei piccoli borghi che attraversavano, la gente li sentiva da lontano e gridava ”…arrivan gli Ancillotti!!!! son le 9 ed un quarto“ rimettevano gli orologi e si preparavano a scegliere il loro pesce.